Thamaak Lo sciamano che cura con il suono.

Thamaak Lo sciamano che cura con il suono.

Chi è Thamaak: un uomo che ha compreso il suo compito di vita; attraverso una lunga e accurata ricerca interiore è riuscito a far emergere le sue qualità di ascolto energetico. Viene investito come il primo sciamano di cultura Italiana, da autorevoli voci di popoli di antica tradizione sciamanica. Coraggiosamente prende l’impegno di studiare in maniera profonda il suo popolo, la sua terra, l’Italia. Thamaak da sempre si è dedicato al suono, da 25 anni studia gli effetti benefici del suono e del canto, che lo porta a creare i canti di guarigione, con una modalità tutta sua, una lingua appositamente studiata per creare un canto personalizzato, che viene chiamato canto fonetico emozionale. Oggi gli incontri con lo sciamano Thamaak da concerti, meditazioni guidate, conferenze o giornate sciamananiche, sono di carattere esperienziale, portando le persone verso uno stato alterato di coscienza, cosi da poter intraprendere un percorso fatto di intuizioni e consapevolezze, per attivare un processo di cura verso sé stessi. La creatività di Thamaak, da sempre è stata espressa da attraverso l’arte, dalla pittura, scultura, alla fotografia fino ad arrivare alla regia. Oggi la sua esperienza artistica lo ha portato ad esprimersi come stimato costruttore dei primi tamburi in pelle sintetica. Thamaak tamburi dalla voce unica ed armoniosa, che li contraddistinguano come i tamburi sciamanici dell’era moderna, cosi da essere apprezzati dai maggiori professionisti olistici.

Alla domanda come avviene la guarigione, Thamaak risponde; attraverso le vibrazioni del tamburo e del canto, si emana una potente energia che pervade le cellule e le illumina di nuova energia, la seconda domanda era cosa può consigliare alla sua gente, ogni giorno esprimo la verità di quello che sono, gettando via paure e blocchi e invito gli altri a fare lo stesso: spesso ci si lascia trascinare da un turbine di situazioni e si perde il senso di chi si è. Questa prefazione era dovuta per entrare nel mondo dello sciamano Thamaak.

Ora passiamo a conoscere le sue cure attraverso il suono, per prima, la “lettura dell’anima”che ha caratterizzato Thamaak nel mondo sciamano; trovata la sintonia empatica, la persona che si sottopone alla lettura chiude gli occhi, e dal quel momento, lo sciamano racconta: si manifesta in lui la forza del canto spontaneo in base a ciò che ho ascoltato in maniera vibrazionale della persona che si sottopone al trattamento, accompagnato dal mio tamburo, girandogli intorno almeno per tre volte, portando la persona in connessione con il suono, ad uno stato di ascolto superiore, il canto è una sorta di traduzione sonora delle diverse emozioni vibrazionali emesse da chi si sottopone alla “lettura dell’Anima”, l’ascolto dal vivo dona un diffuso benessere al soggetto trattato che entra in uno stato di profonda sintonia con sé stesso, portandolo ad una comprensione di un diverso stato di consapevolezza. Finito il canto invito ad aprire gli occhi e gli racconto il suo canto e ciò che mi ha suggerito: messaggi, visioni, suggerimenti o modalità comportamentali. Gli effetti del trattamento sonoro si manifestano in una serie di reazioni benefiche e introspettive. Il valore aggiunto risiede nella capacità di entrare e sciogliere nodi, rigidità di pensieri atavici, emozioni bloccate. Il canto viene registrato in diretta su cd, che verrà consegnato, creando la possibilità di riascoltarlo a casa e beneficiare degli effetti positivi del suono sciamanico di Thamaak.

Il trattamento del suono.

Questa metodologia è il frutto di anni di ricerca e studio basati sugli effetti benefici del suono, espresso da una serie di strumenti ricercati negli anni in varie parti del mondo da diverse etnie. La particolarità del trattamento del suono Thamaak è composto da due elementi fondamentali tali da trasmettere alla persona tutta la vibrazione energetica del suono dedicato alla guarigione. Il primo elemento è il letto armonico, che ha sotto di sé una sorta di arpa a 53 corde di pianoforte allungate, pezzo unico, strumento musicale progettato da Pitagora e ricostruito con sistemi moderni da un Liutaio italiano, un’altra particolarità è che tutti gli strumenti dai tamburi, all’ hang, alle campane tibetane e ad altri strumenti dedicati verranno appoggiati sul corpo della persona distesa sul letto che verrà arpeggiato. Questo tipo di trattamento ha una continua variante, per ogni persona viene suonata e cantata la propria sonorità, e ogni volta alla stessa persona verranno cambiate le sonorità cosi da poter creare un percorso di guarigione personalizzato. Gli effetti benefici del trattamento del suono sono ormai acclarati da tempo, per corpo, mente e spirito. Thamaak e Cristina specializzati nel trattamento con un’esperienza di 20 anni di lavoro sulle persone.