L’olio essenziale di bergamotto: dalla pianta al diffusore

L’olio essenziale di bergamotto: dalla pianta al diffusore

Incrocio tra limone e arancio amaro, il Bergamotto deve il suo nome alla città di Bergamo, dove pare sia stata commercializzata l’essenza per la prima volta. La leggenda narra che sia stato Cristoforo Colombo a portarlo a Reggio Calabria dalle Isole Canarie.

 

L’estrazione dell’olio essenziale di bergamotto

 

L’olio essenziale di bergamotto FLORA proviene dalle profumate coltivazioni della zona compresa tra Villa San Giovanni e Gioiosa Ionica, in provincia di Reggio Calabria. Una zona unica per il microclima specifico che la caratterizza: solamente in quest’area, infatti, le piante danno frutti eccezionali. Le coltivazioni sono rigorosamente biologiche, cioè non prevedono l’utilizzo di concimi, diserbanti, insetticidi sintetici, ma solamente di sostanze naturali. Alla difesa delle colture si provvede innanzitutto in via preventiva, selezionando specie resistenti alle malattie e intervenendo con tecniche di coltivazione appropriate. Per ottenere 1 litro di olio essenziale di bergamotto (Citrus bergamia) occorrono circa 400 kg di frutti. L’estrazione avviene per pressione a freddo dell’epicarpo a ridosso del campo, per non alterarne le caratteristiche. Una volta raccolti, i frutti vengono lavati e sbucciati. Subito dopo, le scorze vengono pressate meccanicamente per estrarne il fresco e profumato olio essenziale.

 

Dai frutteti ai laboratori FLORA

Una volta estratto, l’olio essenziale arriva nei laboratori FLORA. Nei laboratori vengono eseguiti i controlli di qualità, per verificarne e garantirne le proprietà. Prima vengono verificate le caratteristiche organolettiche, come l’aroma e la colorazione del prodotto. Quindi vengono effettuate analisi a campione per controllare che non ci siano pesticidi o fitofarmaci. Se il controllo di qualità risulta positivo, l’olio essenziale è pronto per essere inflaconato, poiché rispetta standard estremamente stringenti. Una macchina estrae l’olio essenziale dai fusti, lo inserisce negli appositi flaconi da 5 o 10 ml e applica il tappo. Infine, l’etichettatrice applica l’etichetta sul flacone. L’etichetta riporta il nome botanico, il metodo di estrazione, le modalità di utilizzo e di conservazione, le specifiche di qualità, i componenti aromatici dell’olio, chemotipo, il luogo di origine.

 

Bergamotto: olio essenziale della vitalità

L’olio essenziale di bergamotto ha un colore giallo-verde dal profumo aromatico fresco, vivace e aspro. È un olio vitale, che incentiva la fiducia in se stessi, stimola il buonumore e la voglia di fare. E’una nota di Testa e gli elementi che la caratterizzano sono l’Aria e il Fuoco. Il pianeta di riferimento è Mercurio e il segno zodiacale sono i Gemelli. Si miscela bene con olio essenziale di neroli (Citrus aurantium var. amara), ylang ylang (Cananga odorata), rosa (Rosa damascena), cedro (Cedrus atlantica), vetiver bourbon(Vetiveria zizanoides), geranio (Pelargonium graveolens), lavanda vera (Lavandula officinalis), achillea (Achillea millefolium) e con gli altri agrumi.

 

Spray energizzante al bergamotto: serenità e positività

Un consiglio di utilizzo? Nel diffusore naturalmente! Per rendere frizzante e positiva la giornata puoi versare dalle 5 alle 7 gocce di olio essenziale di bergamotto all’interno del diffusore ed apprezzarne il piacevole aroma.

Puoi in alternativa preparare uno spray ambiente da utilizzare in casa o in ufficio. Versa in un contenitore da 50 ml con erogatore spray 5 ml di vodka e 4 gocce di olio essenziale di bergamotto. Miscela adeguatamente, e infine aggiungi 50 ml di acqua minerale naturale.

Ricorda di utilizzare prodotti completamente naturali e oli essenziali 100% puri, naturali e totali. Gli oli essenziali FLORA sono 100% puri, naturali e totali, e provengono in gran parte da agricoltura biologica o biodinamica controllata. Li trovi facilmente sul nostro sito e nel nostro negozio.