IL SALE HIMALAYA

Il sale rosa dell’Himalaya è ben diverso dal comune sale da cucina, che è costituito essenzialmente da cloruro di sodio. Il sale himalayano è puro, molto antico, privo di tossine e di sostanze inquinanti che possono contaminare le tipologie di sale che provengono da mari e oceani.

Il sale rosa sull’Himalaya è conosciuto anche come “oro bianco”. Si tratta infatti di una risorsa davvero preziosa. E’ ricchissimo di sali minerali, che invece sono del tutto assenti nel sale da cucina, tra i quali troviamo soprattutto il ferro. Il caratteristico colore rosa è dovuto sia all’elevata presenza infatti di tale minerale, sia al fatto che questa speciale varietà di sale non viene sottoposta ad alcun trattamento sbiancante. Per questo motivo può avere diverse sfumature rosa o rossicce e può essere nel colore dei grani molto disomogeneo.
Infatti il sale rosa non è raffinato e non viene trattato con alcun procedimento chimico, è incontaminato: quando viene estratto, risulta puro proprio come quando si era depositato nel suolo migliaia di anni prima: viene estratto, selezionato, lavato in soluzione satura per togliere polvere ed eventuali residui, macinato e impacchettato..
Il nostro intestino lo assorbe meno, il che è un bene, e il suo gusto tende a valorizzare il sapore dei cibi senza coprirlo.
E’ l’unico che unisce al cloruro di sodio altri 84 oligoelementi, tutti quelli di cui abbiamo bisogno, nelle giuste proporzioni.
Esiste sia in grani grossi che fino, usiamolo pertanto su ogni piatto: dalla bollitura dell’acqua per la pasta all’insalata…
Ma esiste anche in pezzi molto più grandi, utilizzati principalmente per estetica, e in contenitori appositi per attirare l’umidità in eccesso e non ultimo viene anche venduto sotto forma di lampada, cuscini di grani.

Le lampade di sale

nell’aria esistono ioni negativi e ioni positivi che sono i responsabili della carica elettrostatica di un ambiente. Se i due sono in equilibrio fra loro, ci sentiamo bene e respiriamo bene. Ma se una delle due cariche prende il sopravvento la situazione si squilibra e possono insorgere diversi problemi come irritabilità, sonnolenza, mal di testa.

Apparecchiature comuni come elettrodomestici, tv, radio, computer quando sono in funzione emettono molti ioni positivi, chi non ne è quotidianamente circondato?

Mentre le lampade di sale accese e riscaldate dalla lampadina al loro interno emettono ioni negativi che vanno a compensare l’elettrostaticità dell’aria. Oltre a questa utilissima funzione, il colore del sale rosa dona una gradevolissima luce ambrata, molto rilassante e avvolgente

Tanzanite

Secondo M.Gienger, cristalloterapeuta, questa pietra aiuta il soggetto ad emanciparsi dai condizionamenti impostigli dall’esterno, mettendolo in grado di realizzare le proprie idee e aspirazioni. Facilita il superamento di malattie o di situazioni di disagio. Fa riemergere nel soggetto le emozioni represse, permettendogli di liberarsene, rivivendole ed esprimendole fino in fondo. Stimola la creatività, consentendo di portare a termine ciò che si era lasciato in sospeso.

A livello fisico è indicata nei disturbi dell’apparato sessuale, sia maschile che femminile. Sviluppa la fertilità e, se impiegata in associazione con il rubino, rafforza la potenza sessuale. Inoltre svolge un’azione disintossicante sui tessuti, riduce l’iperacidità e le infiammazioni, stimola la rigenerazione delle cellule e rafforza il sistema immunitario.

Deve essere tenuta a contatto con il corpo, o applicata alla regione da curare, per lunghi periodi.
I suoi effetti si manifestano lentamente e, pertanto, solo con una terapia di lunga durata si potranno ottenere i risultati desiderati.

La Tanzanite è divenuta molto pregiata dal momento che viene utilizzata e montata da un grande marchio eccelso di alta biogetteria. Per questo il suo prezzo è piuttosto alto, ma ne vale la pena per la bellezza e la capacità straordinaria che riscuote in chi la indossa.