Il Mirtillo

Chi è solito passeggiare in agosto sulle nostre montagne non può fare a meno di raccogliere e assaporare i frutti blu viola che crescono su un arbusto, alto circa 50 cm: i mirtilli. Con essi è possibile preparare squisite confetture e succhi dissetanti. Sono ricchi di antocianine e vitamine che agiscono sulla micro-circolazione aumentando la resistenza dei capillari in particolare a livello della retina; in caso di problemi di circolazione venosa e linfatica aiutano a ridurre la pesantezza dalle gambe. Agendo sulla circolazione è utile per chi soffre di emorroidi. È un frutto sicuro che può essere somministrato anche ai bambini in caso di infestazioni da ossiuri. L’estratto di mirtillo si trova nella Tintura Magentina, nell’Unico Dren al mirtillo, nell’Aloe puro con succo di mirtillo, nelle compresse Populeo.

Ringraziamo Erboristeria Magentina

(Commenting: OFF)

CAMOMILLA, UN’ALTERNATIVA NATURALE PER DIGESTIONI FELICI.

La camomilla è una delle piante medicinali più usate e sicure. Aiuta a calmare fastidi digestivi e dolori addominali e facilita il riposo. La camomilla (Chamomilla recutita = Matricaria recutitaMatricaria chamomilla) è una pianta tipica dell’Europa, dell’Asia occidentale e dell’Africa del nord. È una pianta di piccole dimensioni facilmente riconoscibile per i suoi fiori bianchi e gialli.

La camomilla è antinfiammatoria, ma è anche un’eccellente digestivo ed estremamente benefica per la salute della nostra pelle e dei nostri occhi.

Per una digestione senza disturbi

I principi attivi della camomilla, soprattutto la apigenina, i sesquiterpeni come il camazulene e i sesquiterpenoli come l’alfa-bisabolo rendono la camomilla particolarmente benefica in casi disturbialla digestione, dolori addominali e indigestioni. Queste sostanze riducono gli spasmi intestinali che spesso causano i dolori addominali e la diarrea.

Questa pianta è molto utile anche per calmare l’acidità gastrica (pirosi) grazie a un’azione congiunta: da un lato, l’alfa-bisabolo riduce l’azione proteolitica della pepsina, un enzima che agisce nella digestione delle proteine, dall’altro la camomilla riduce la produzione di acido nello stomaco.

Infine, questa pianta stimola la produzione di sali biliari (bile) favorendo la digestione dei grassi alimentari e quindi alleggerendo la digestione.

Per lenire la pelle

Il camazulene è uno dei principi attivi presenti nella camomilla e possiede proprietà antinfiammatorie poiché aiuta a regolare la produzione di prostaglandine proinfiammatorie. Per questa ragione questa pianta risulta molto efficace per calmare i fastidi provocati dalle infiammazioni, sia interne che esterne: eczemi, lievi bruciaturecongiuntiviti, gonfiori alle palpebre, irritazioni agli occhi, alla zona genitale e anche alla cavità orale.

Se si vuole utilizzare per alleviare fastidi agli occhi, conviene preparare un’infusione nuova ad ogni applicazione, facendo attenzione a lasciar raffreddare e filtrando con un doppio strato di carta da filtro. È molto importante evitare di riutilizzare la stessa infusione.

Inoltre la camomilla aiuta a…

  • Dormire meglio, perché l’apigenina della camomilla è ansiolitica e favorisce il rilassamento e il sonno, riducendo l’ansia.
  • Calmare i dolori mestruali e regolarizzare la mestruazione, grazie alle sue proprietà emmenagoghe e antinfiammatorie (olio essenziale).
  • Prevenire le infezioni, grazie alle sue proprietà antisettiche, antifungine e battericide (olio essenziale).
  • Alleviare il mal di testa e i dolori muscolari grazie alle sue qualità rilassanti e calmanti.
  • Aperitiva, poiché favorisce l’aumento dell’appetito nelle persone inappetenti.

Scegli preferibilmente una camomilla bio, per assicurarti che le sue proprietà non siano state alterate dalla presenza di pesticidi o di antiparassitari.

Altre piante che favoriscono la digestione sono il carciofo, la menta e la curcuma insieme a tante altre.

Grazie a Santiveri Italia.

(Commenting: OFF)

Crostini di avocado con oli essenziali di pepe nero e coriandolo.

Portare colori e sapori in tavola è una buona abitudine che apporta gioia alla nostra vita. In parte siamo quello che mangiamo, quindi scegliere accuratamente e oculatamente gli ingredienti che caratterizzano la nostra alimentazione è fondamentale. Frutta e verdura di stagione non dovrebbero mai mancare nella nostra dispensa, così come fibre, frutta secca e prodotti caserecci meglio se di derivazione biologica.

La ricetta che vi proponiamo oggi unisce l’esotico alla cucina mediterranea, combinando tra di loro il sapore corposo e burroso dell’avocado, con la delicata ricotta e il fresco odore di mare proprio della polpa di granchio. La ricetta trova il suo climax se aggiungiamo qualche goccia di due preziosi oli essenziali 100% puri come quelli di pepe nero e di coriandolo. Andiamo a vedere insieme ingredienti, dosi e modalità di preparazione.

 

Ingredienti per 6/8 porzioni

  • 2 avocado maturi
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 350 gr di polpa di granchio (anche surgelata)
  • 30 gr di parmigiano
  • 60 gr di ricotta morbida
  • 2 gocce di olio essenziale di pepe nero (Piper nigrum)
  • 2 gocce di olio essenziale di coriandolo (Coriandrum sativum)
  • Sale q.b.

 

Preparazione

Se la polpa di granchio è surgelata provvedi a scongelarla. Amalgama nel mixer la polpa di avocado con il parmigiano grattugiato, la ricotta e la polpa di granchio. Una volta ottenuto un composto omogeneo aggiungi il succo di limone e le gocce di olio essenziale di pepe nero e coriandolo. Mescola e sala a piacere.

Questa deliziosa e saporita crema è ottima da spalmare su dei crostini o del pane tostato integrale o di semi. Può essere servita come stuzzichino o antipasto accompagnata da del buon vino bianco.

Utilizzare saltuariamente gli oli essenziali come ingredienti aggiuntivi e caratterizzanti delle nostre ricette è una buona abitudine che dovremmo far nostra. Se utilizzati in modo adeguato e senza eccedere, rappresentano degli alleati per la nostra salute e forma fisica, favorendo in questo caso la digestione e donando al cibo che prepariamo una nota di sapore in più.

 

Gli oli essenziali di coriandolo e pepe nero

L’olio essenziale di coriandolo (Coriandrum sativum) viene distillato dai semi e si presenta come un liquido incolore tendente al giallino, dal profumo caldo e speziato e dal sapore leggermente bruciante. Quest’olio essenziale è particolarmente stimolante di tutte le funzioni organiche che ruotano intorno al nostro apparato digerente. Stimolerebbe l’appetito, aiuterebbe a ridurre possibili flatulenze e meteorismi, riducendo la formazione di fermentazioni (azione carminativa). In cucina l’olio essenziale di coriandolo trova utilizzo sia nella preparazione di secondi, antipasti fino ad estendersi a ricette particolari e aromatiche di alcuni dolci.

L’olio essenziale di pepe nero (Piper nigrum) viene distillato dai semi, si presenta come un liquido limpido, da incolore a blu verde. Dal profumo fresco e legnoso, vanta un sapore caldo e aromatico assolutamente non piccante come invece si potrebbe facilmente pensare. L’olio essenziale di pepe nero sembra essere un buon sollecitante delle funzioni gastro intestinali e risulta essere un buon coadiuvante nei casi di gonfiore post-prandiale, meteorismo o flatulenza. A livello psichico, l’olio essenziale di pepe nero agisce come stimolante della sensualità assopita, risvegliandola.

 

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

  • Falafel vegetariani aromatizzati agli oli essenziali.
  • Bevanda alle Carote.
  • Omelette Aromatizzata al coriandolo e cardamomo.

 

Ricorda di utilizzare prodotti completamente naturali e oli essenziali 100% puri, naturali e totali. Gli oli essenziali FLORA sono 100% puri, naturali e totali, e provengono in gran parte da agricoltura biologica o biodinamica controllata.

Ringraziamo Flora.

(Commenting: OFF)
Show More Posts