COME DISINTOSSICARE L’ORGANISMO, PROTEGGENDO FEGATO E RENI

Disintossicare l’organismo è imprescindibile per poter godere di buona salute, potenziare le nostre difese, mantenere il peso forma e perfino una bella pelle. Il nostro metabolismo produce continuamente tossine e scorie che deve via via neutralizzare ed eliminare. Fegato e reni sono gli organi maggiormente coinvolti in questo processo e proprio per questo è importante mantenerli sani perché ci possano aiutare a disintossicare l’organismo.

Piante per disintossicare l’organismo

In alcune piante medicinali si trovano principi attivi vegetali che ci aiutano a depurare l’organismo e a rigenerarlo in molti modi. Per esempio grazie alle proprietà coloretiche, colagoghe e diuretiche di certe piante medicinali, che spesso combinano al loro interno queste tre proprietà.

La bile è una sostanza che contribuisce alla digestione dei grassi della dieta, e allo stesso tempo facilita l’eliminazione delle tossine e delle scorie e aiuta a disintossicare l’organismo.

Piante coloretiche

La bile favorisce la digestione dei grassi della dieta, agendo come una specie di detergente che disperde i grassi e rende possibile il lavoro degli enzimi digestivi, che li scompongono. Se la bile viene prodotta in quantità non sufficienti, la digestione può essere pesante e fastidiosa.

La bile serve anche ad espellere le scorie e a favorire il transito intestinale, contribuendo a disintossicare l’organismo. Proprio per questo motivo, se la digestione è più difficile a causa di un deficit di bile, finiamo per sovraccaricarci di tossine e per sperimentare una maggiore sensazione dipesantezza e saturazione, e anche la nostra pelle ne risente, mostrandosi più spenta e con una maggiore presenza di foruncoli e altre impurità.

In natura esistono piante capaci di stimolare la produzione di bile, conosciute come piantecoloretiche, come il carciofo, la genziana, il cardo mariano, il dente di leone, il boldo, la curcuma, il calamo aromatico (o canna odorosa). Se combinate tra loro, le loro proprietà si moltiplicano.

Piante colagoghe

La bile prodotta progressivamente dal fegato si accumula nella cistifellea, fino al momento in cui viene liberata nell’apparato digestivo per digerire i grassi.

Le piante colagoghe sono piante che stimolano la contrazione della cistifellea, equilibrandone il funzionamento e agevolando la liberazione della bile. Alcune delle piante colagoghe più conosciute sono il carciofo, la genziana, il cardo mariano, il dente di leone, la camomilla, la menta, l’achillea millefoglie e il finocchio.

Piante diuretiche

Sono piante che facilitano l’eliminazione di liquidi attraverso l’urina. È in questo modo, infatti, che, oltre ad espellere i liquidi in eccesso nel nostro organismo, eliminiamo anche gli eccessi di sale, i residui della digestione delle proteine e altre sostanze tossiche. È uno dei modi più efficaci per disintossicare l’organismo.

Le piante diuretiche più utili per drenare i liquidi corporei e per migliorare la funzionalità delle vie urinarie sono l’ortica verde, la betulla, il dente di leone, il ginepro, la pilosella e l’equiseto.

Diuriforte è un integratore alimentare dal sapore gradevole che si beve diluito in acqua in modo da aumentare anche la quantità di acqua ingerita. Diuriforte contiene: betullaortica verdeequisetopilosella e dente di leone, oltre a sedano, carota, ortica, fagiolo, mais, uva ursina, borragine, ginepro, migliarino, arenaria e parietaria.

Bilixir è un integratore alimentare che agisce come un tonico digestivo e un protettore epatico. È elaborato a base di genziana, curcuma, achillea millefoglie, dente di leone, ortica, boldo, camomilla, finocchio, menta, maggiorana, cardo mariano e carciofo.

(0)

Profumi botanici per il benessere; un percorso fra Chakra e Asana.
Un viaggio alchemico tra l’energia dei chakra, la pratica yogica, che ha come filo conduttore il profumo di oli essenziali speciali per il benessere e la profumeria botanica personalizzata.
Scopriremo come gli oli essenziali influenzano il nostro umore e la nostra energia facendo emergere emozioni inaspettate. La serata è tenuta da Giorgia Gamberini e Francesca Mularoni.

Per prenotare il numero è il seguente 0549 900828

Durata 2 ore, costo € 20.00

 

(0)

Il Rosmarino è un arbusto  perenne dalle foglie profumate molto apprezzate per il profumo, ottimo in cucina. Fa parte della famiglia delle labiate,  lo troviamo in Italia allo stato spontaneo lungo tutta la costa mediterranea.

 

 

Storia e curiosità

Sembra che il suo nome,   Rosmarinus officinalis  derivi da due vocaboli latini  ros, rugiada,  e maris dal  colore del mare.  Nel secolo XVII la regina d’Ungheria Isabella, in età e piena di acciacchi, si dice che ritrovò la sua seconda giovinezza, grazie ud una tisana con il rosmarino. Nell’età classica veniva associato all’ intelligenza (è citato nell’Amleto da Ofelia: (“un rosmarino per ricordare”). Gli antichi Egizi  la consideravano la pianta dell’immortalità per le sue proprietà.

La pianta

E’ un  arbusto comune,  cresce spontaneamente, senza che siano utilizzati fertilizzanti chimici,  la sua raccolta la si può fare sempre durante l’anno, essendo sempre verde.

Il rosmarino viene  coltivato per produrre diversi prodotti, nel settore della cosmesi ,e in farmaceutica. Le  sue piante  adornano quasi tutti i giardini, ed ogni donna ne ha una piantina sul suo balcone.

Le parti utilizzate

In  fitoterapia ed Aromaterapia, sono le foglie sempre verdi ed  anche i suoi piccoli fiori color del mare, che noi possiamo trovare in ogni erboristerie.

Proprietà

Il  rosmarino è chiamata  la pianta del benessere.

 Il suo olio essenziale,  con le sue notevoli  virtù, dà giovamento ed usato correttamente agisce sul sistema nervoso, sullo stress, sull’ansia, sui cali d’umore, sulla stanchezza fisica, inoltre depura il fegato, migliora la circolazione, ed è anche un ottimo stimolante, antisettico ed un potente antiossidante, infine ottimo per il catarro e sinusiti.

Cura ricostituente con estratto fluido di Rosmarino

Lo si compra in erboristeria, e lo usiamo per un mese,  dosando  20 gocce  per  tre volte al giorno, vedremo subito dei buoni risultati.

Essenza di Rosmarino

Qualche goccia la si può usare quando facciamo il bagno e per rendere la pelle più tonica e luminosa.

Ambiente

L’olio essenziale di rosmarino diffuso nell’aria la purifica, liberandola dai numerosi germi, inoltre favorisce la concentrazione utile in tutti gli ambienti di lavoro. Usatene alcune gocce sugli appositi diffusori per creare un ambiente più sano ed armonioso.

 

Olio Essenziale di Rosmarino. Bio 10ml

 

Psiche

Alcune gocce di olio essenziale di rosmarino su un fazzoletto da annusare di tanto in tanto sono utili contro lo stress e la stanchezza mentale.

Il rosmarino in cucina

Fa da re:  serve per aromatizzare ogni tipo di carne cucinata sia arrosto che alla griglia,  pesce, focacce, e in tanti altri piatti dove vogliamo aggiungere un po’ di gusto naturale e gradevole.

La ricetta: 

patate al forno

Ingredienti : 1 kg. di patate – sale – pepe –  rosmarino – olio di oliva q. b. Si raccomanda sempre la scelta di prodotti da agricoltura biologica.

Sbucciare le patate e tagliarle a spicchi grandi, porle in un teglia con olio, sale, pepe e rosmarino, metterle in forno a 180°  per circa 25 minuti

 

(0)
Show More Posts