ASTENIA PRIMAVERILE

ASTENIA PRIMAVERILE

L’astenia primaverile è un insieme di sensazioni che molte persone sperimentano con l’arrivo della bella stagione. Sembra paradossale, ma con l’arrivo del bel tempo, invece di sentirci più vitali ed attivi, ci sentiamo stanchisenza energia e a volte perfino tristi.

I motivi di queste sensazioni sono naturali e comprensibili: il nostro corpo ha bisogno di adattarsialle nuove condizioni climatiche ed è necessario dargli un po’ di tempo. Ciò nonostante, una buona alimentazione e qualche aiuto naturale possono contribuire ad alleviare e migliorare questo stato.

L’ astenia primaverile è un calo d’umore e di energie che si avverte durante la primavera e che possiamo alleviare grazie a una buona alimentazione, un po’ di attività fisica e l’aiuto di alcune piante adattogene e regolatrici.

Quali sono le cause dell’ astenia primaverile

cambiamenti climatici e l’aumento delle ore di luce sono le principali cause dell’astenia primaverile.

Infatti, da un lato, il sole che brilla con maggiore intensità, l’aumento delle temperature e la variazione del livello di umidità e di pressione atmosferica influiscono fisiologicamente sul nostro organismo, che deve svolgere un lavoro di adattamento alle nuove condizioni climatiche; dall’altro, anche l’aumento delle ore di luce influisce direttamente sul nostro orologio biologico, cioè sul meccanismo che permette al nostro corpo di essere attivo durante le ore di luce e di dormire con l’arrivo del buio.

Queste alterazioni possono incidere sulla produzione dei nostri ormoni e dei nostri neurotrasmettitori, provocandoci le sensazioni tipiche dell’astenia primaverile.

Le sensazioni più frequenti che accompagnano l’astenia primaverile sono:

  •      Debolezza generale.
  •      Tristezza immotivata e sensazione di vuoto.
  •      Sonnolenza diurna.
  •      Irritabilità.
  •      Stanchezza sia fisica che mentale.
  •      Mancanza di concentrazione e, in certi casi, perdita di memoria.
  •      Mal di testa e malessere generale.
  •      Pressione bassa.
  •      Diminuzione della libido e depotenziamento della nostra capacità di provare piacere.

Come alleviarla

Poiché l’astenia primaverile in fondo è una fase di adattamento, la cosa migliore che possiamo fare è aiutare il nostro organismo a fortificarsi e ad adattarsi più rapidamente. Per farlo nel modo più naturale possibile, la strategia vincente è quella di adottare uno stile di vita salutare, assicurarci che ci stiamo alimentando correttamente e che non ci manchi nessuna sostanza nutritiva fondamentale e cercare di dormire bene, garantendo così al nostro organismo il riposo necessario per riorganizzare le sue funzioni vitali.

Dieta per combattere l’ astenia

Per assicurarti che non ti manchi nessuna sostanza nutritiva puoi ricorrere a qualche integratore di vitamine, meglio se di natura biologica (link) e a super alimenti come la pappa reale, il lievito di birrae il germe di grano. Oltre a questi consigli ricorda che sono importanti anche questi accorgimenti basilari:

Fai cinque pasti al giorno, tre principali (colazione, pranzo e cena) e due spuntini (a metà mattina e a merenda).

La colazione dev’essere completa e apportare l’energia e le sostanze nutritive sufficienti per tutta la mattina. Deve contenere cereali integrali (pane, biscotti o muesli), frutta fresca e latticini o bevandevegetali.

Il pranzo deve prevedere almeno un piatto idratante (zuppe, creme di verdure, minestre fredde o calde) e un piatto proteico (tofupesceuova). Se non ti risulta pesante, puoi terminare con della frutta.

La cena dev’essere leggera per non appesantirti e quindi disturbare il tuo riposo notturno e bisogna lasciar passare almeno due ore prima di mettersi a letto.

Tra un pasto e l’altro mangia alimenti vitaminici (frutta, o succhi di frutta naturali) ed evita gli eccitanti (tè, caffè, coca cola o simili).

Bevi molta acqua (almeno 2 litri al giorno) ed evita le bevande zuccherose.

Attività fisica

Fare un po’ di sport, andare in palestra, camminare a passo svelto e perfino ballare, sono tutte attività che aiutano il tuo corpo ad acclimatarsi più rapidamente, soprattutto se svolti all’aria apertae al sole.

Zafferano per migliorare l’umore

Anche il mondo delle piante medicinali offre dei rimedi contro l’ astenia. Tra le piante più usate per alleviare la tristezza che può accompagnare l’ astenia primaverile ci sono lo zafferano (Crocussativus) e la whitania o ashwagandha (Withania somnifera).

Lo zafferano, oltre a migliorare il benessere dei nostri neuroni e a potenziare la memoria, agisce anche sulla serotonina, l’ormone della felicità. Concretamente, lo zafferano allunga la vita di questo ormone e, di conseguenza, si prolunga la nostra sensazione di piacerebenessere e felicità.

La whitania invece è una pianta adattogena che aiuta ad alleviare l’ansia e a migliorare la nostra tolleranza allo stress, caratteristica che la rende molto utile se vogliamo che il nostro corpo si adatti più rapidamente ai cambiamenti del clima e delle ore di luce.